Leggendo la mia guida su come vettorializzare un’immagine con Photoshop, ti è venuta voglia di trasformare una foto in un’immagine vettoriale, così che possa essere ingrandita e/o rimpicciolita potenzialmente all’infinito senza alcuna perdita di qualità. Al posto di Photoshop, però, vorresti ricorrere a qualche soluzione gratuita, più precisamente a GIMP, che usi già con profitto per numerosi lavori di grafica.

Beh, GIMP non è un software vettoriale e non supporta l’esportazione delle immagini in formato SVG, tuttavia si può usare senza troppi problemi per “semplificare” un’immagine e poi tradurla in formato vettoriale grazie all’aiuto di strumenti di terze parti, ad esempio servizi online. Quindi sì, se vuoi, posso darti una mano e spiegare come vettorializzare un’immagine con GIMP.

L’unica accortezza che devi avere è scegliere una foto poco “confusionaria” e con contorni ben definiti, così da non avere problemi nel portare a termine il tuo lavoro. Chiaro? Bene, allora mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò. Se lo farai, vettorializzare un’immagine utilizzando GIMP sarà semplice come bere un bicchier d’acqua. Adesso non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Scaricare GIMP

Prima di guidarti nella procedura mediante la quale vettorializzare un’immagine con GIMP, è necessario che ti spieghi come installare il programma sul tuo computer, nel caso tu non l’abbia già fatto.

Tanto per cominciare, collegati al sito Web di GIMP, pigia sul bottone rosso Download x.xx.x e poi fai clic sul pulsante arancione Download GIMP x.xx.x directly situato sulla parte destra della pagina, subito sotto la dicitura GIMP for Windows o GIMP for macOS, in base al sistema operativo del tuo computer.

A download ultimato, apri il file d’installazione del programma e segui le istruzioni che compaiono a schermo per portare a termine il setup. Se, ad esempio, stai agendo da un PC Windows, apri il file .exe ottenuto e pigia sui pulsanti OKInstalla e Fine.

Se usi un Mac, invece, devi trascinare GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fare clic destro sull’icona del software e selezionare la voce Apri dal menu contestuale (per due volte), così da bypassare le restrizioni imposte da Apple verso i programmi provenienti da fonti non certificate (quest’operazione ovviamente va fatta soltanto al primo avvio).

Nel caso tu stia utilizzando un Mac e non riesca a scaricare il pacchetto d’installazione di GIMP perché visulizzi il messaggio “There is no macOS package yet, sorry. Please check back later” sotto la voce GIMP for macOS, probabilmente l’ultima versione di GIMP non è stata ancora rilasciata per macOS. In attesa che ciò avvenga nelle prossime settimane, consulta la pagina con le release precedenti del programma per installare una versione meno recente tra quelle disponibili.

Se qualche passaggio inerente l’installazione di GIMP non ti è chiaro, consulta l’approfondimento dove spiego con dovizia di particolari come scaricare GIMP. Sono sicuro che anche questa lettura ti sarà utile.

Vettorializzare un’immagine con GIMP

Adesso puoi passare all’azione. Il primo passo che devi compiere per vettorializzare un’immagine utilizzando GIMP è aprire la foto che intendi convertire in formato vettoriale tramite il celebre software di fotoritocco.

Dopo aver installato e avviato GIMP sul tuo computer, quindi, apri il menu File (in alto a sinistra), seleziona la voce Apri… da quest’ultimo e scegli la foto che desideri importare nel programma. In alternativa, puoi riuscire nel tuo intento semplicemente trascinando l’immagine nella finestra centrale di GIMP (quella dove è rappresentata parte del logo del programma).

Come ti accennavo nell’introduzione dell’articolo, per vettorializzare un’immagine devi posterizzarla, in modo tale da “semplificarla” e ridurre i suoi colori al bianco e al nero. Prima di eseguire quest’operazione, però, devi eliminare lo sfondo dalla foto e ritagliare solo il soggetto che si trova in primo piano. Come puoi riuscirci? Te lo spiego subito.

Tanto per cominciare, attiva lo Strumento selezione in primo piano dalla barra degli strumenti di GIMP collocata sulla sinistra (l’icona dell’omino situato all’interno di un quadrato tratteggiato) e traccia i contorni del soggetto della foto cercando di essere il più preciso e accurato possibile.

Una volta conclusa la selezione, utilizza il cursore del mouse per “colorare” il corpo del soggetto in primo piano e premi il tasto Invio sulla tastiera del computer per attivare la selezione.

A questo punto, fai clic destro sul soggetto della foto e seleziona le voci Seleziona > Inverti dal menu che compare. Dopodiché premi il tasto Canc/Backspace sulla tastiera e lo sfondo dell’immagine verrà cancellato lasciando visibile solo la persona o l’oggetto in primo piano (ossia quello che hai contornato prima nella selezione).

Ora devi eliminare i colori dalla foto e “posterizzare” quest’ultima: due passaggi fondamentali per riuscire a vettorializzare un’immagine con GIMP. Per fare ciò, recati nel menu Colori del programma e clicca sulle voci Desatura > Desatura… per convertire la foto in scala di grigi.

Dopodiché, sempre dal menu Colori, seleziona la voce Posterizza e, nella finestra che si apre, sposta l’indicatore Livello di posterizzazione su un valore molto basso (diciamo 2). Se l’anteprima ti soddisfa, clicca sul pulsante OK per ridurre l’immagine a due colori: il bianco e il nero, semplificando i suoi tratti.

A questo punto, ti sembrerà di avere già un’immagine in formato vettoriale, ma in realtà non è così. Per ottenere un vero file in formato vettoriale devi prima esportare la foto in un formato standard (io ti consiglio il PNG) recandoti nel menu File > Esporta come e poi convertire il risultato finale in SVG adoperando un servizio online gratuito (come specificato di seguito). Questo perché, come ti dicevo nell’introduzione del post, GIMP non supporta l’esportazione diretta nei formati vettoriali.

Convertire immagine nel formato SVG

Dopo aver salvato la tua immagine in formato PNG (attraverso il menu File > Esporta come di GIMP), collegati al sito Internet Online Convert, un convertitore online “universale” che permette di convertire gratuitamente tantissimi tipi di file senza installare programmi sul PC.

Pigia, dunque, sul pulsante Choose file per selezionare la foto da trasformare in SVG, apponi il segno di spunta accanto alla voce Monochrome (presente nel modulo in basso) e fai clic sul pulsante Start conversion per convertire la foto in versione monocromatica e scaricarla sul tuo PC in formato SVG.

Missione compiuta! Seppur con l’aiutino di un servizio esterno, sei riuscito a vettorializzare una foto con GIMP ottenendo un risultato più che discreto. Non dimenticare, però, che ci sono programmi ben più adatti allo scopo e anche più semplici da utilizzare, come il gratuito Inkscape, di cui ti ho già ampiamente parlato nella mia guida su come vettorializzare un’immagine, e il software commerciale Adobe Illustrator, di cui ti ho parlato nel mio articolo su come vettorializzare un’immagine con Illustrator.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.