Da qualche settimana a questa parte, hai l’impressione che il tuo iPhone si scarichi troppo velocemente e temi che la batteria del telefono si sia ormai deteriorata in maniera eccessiva? Beh, si tratta di un timore fondato, d’altronde è il triste destino a cui vanno incontro gli smartphone (e tutti i dispositivi alimentati da batterie agli ioni di litio) con l’andar del tempo, o meglio, con il passare dei cicli di carica. Insomma, tutto nella norma. Tuttavia non è detto che i problemi che stai riscontrando tu adesso siano riconducibili a una normale usura della batteria. Per sincerartene, non ti resta che controllare l’effettivo stato di salute della batteria del tuo “melafonino”.

Come dici? Sei perfettamente d’accordo con me ma non hai la benché minima idea di come riuscirci? Non ti preoccupare, in questo posso darti una mano io. Se mi concedi qualche minuto del tuo tempo libero, posso spiegarti, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come vedere lo stato della batteria dell’iPhone. Se la cosa ti interessa, posizionati bello comodo e inizia subito a concentrarti sulla lettura delle informazioni sul da farsi che trovi proprio qui di seguito.

Per completezza d’informazione, sarà altresì mia premura indicarti come fare per evitare che la batteria, anche qualora dovesse risultare non più performante come un tempo, si scarichi eccessivamente. Inoltre, ti spiegherò come fare per cambiarla nel caso in cui risultasse da sostituire. Ora però basta chiacchierare e mettiamoci all’opera. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

iPhone

Prima di entrare nel vivo della questione, andandoti a spiegare quali sono le operazioni da mettere in pratica per sincerarsi delle condizioni della batteria dell’iPhone, mi sembra doveroso indicarti quelli che sono i principali “sintomi” che, di solito, stanno a indicare il fatto che quest’ultima non è più in grado di dare il meglio di sé: li trovi elencati qui di seguito.

  • Le applicazioni si avviano più lentamente.
  • Durante lo scorrimento delle pagine, le immagini possono essere caricate “a scatti”.
  • La luminosità dello schermo viene ridotta in automatico (funzione che però può essere regolata tramite le impostazioni di iOS).
  • Il volume degli altoparlanti può risultare più basso (fino a -3dB).
  • Per alcune applicazioni, la frequenza d’immagine può essere ridotta gradualmente.
  • Il flash della fotocamera può risultare disabilitato (la cosa, comunque, viene segnalata a chiare lettere accedendo all’app Fotocamera).
  • Le app in background devono essere ricaricate in seguito al loro aggiornamento.

In ogni caso, è bene precisare il fatto che per gli iPhone, dal 6 al 7 Plus, dotati di una batteria non più al massimo della sua forma, dopo il primo spegnimento improvviso dovuto alla mancanza di alimentazione, Apple, come dichiarato dalla stessa azienda, applica una politica di gestione delle prestazioni che prevede la messa in pratica di specifici accorgimenti, quali quelli di cui sopra, utili per diminuire alcune prestazioni del sistema operativo a fronte di un maggior grado di autonomia e stabilità.

A prescindere dalla presenza di eventuali sintomatologie indicanti il fatto che la batteria dell’iPhone si è deteriorata, ti suggerisco comunque di tenere d’occhio il livello di carica della batteria del dispositivo, onde evitare improvvise brutte sorprese, seguendo le indicazioni sul da farsi che ti ho fornito nelle mie guide su come mostrare percentuale batteria iPhone e come mostrare percentuale batteria iPhone X (a discapito del titolo, la guida è valida anche per i modelli di iPhone successivi).

Come vedere lo stato della batteria dell’iPhone

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, se ti interessa capire come vedere lo stato della batteria dell’iPhone, tutto quello che devi fare è avvalerti di uno degli strumenti ad hoc che ho provveduto a indicarti qui di seguito.

Impostazioni di iOS

Impostazioni iOS

Il primo, nonché più pratico, sistema che hai dalla tua per sincerarti dello stato in cui si trova la batteria dell’iPhone consiste, come ti dicevo, nell’andare a intervenire direttamente dalle impostazioni di iOS, sfruttando la funzione denominata Stato batteria introdotta da Apple a partire da iOS 11.3 e disponibile su tutti i modelli di iPhone a partire da iPhone 6 e iPhone SE.

Come intuibile dal nome stesso, si tratta di una funzione che serve a visualizzare lo stato di salute della batteria in uso sul dispositivo e, inoltre, avvisa l’utente con un messaggio quando questa inizia ad usurarsi in maniera eccessiva.

Per usarlo, tutto quello che devi fare è afferrare il tuo iPhone, sbloccarlo, accedere alla home screen e fare tap sull’icona di Impostazioni (quella con il simbolo dell’ingranaggio). Nella nuova schermata visualizzata, seleziona la voce Batteria e, successivamente, quella Stato batteria.

Una volta fatto ciò, potrai conoscere la capacità massima della batteria dell’iPhone, vale a dire la quantità di energia che la batteria è attualmente in grado di immagazzinare, in corrispondenza della dicitura Capacità massima, espressa in percentuale.

In linea di massima, una capacità nettamente inferiore al 100% indica una batteria che non è più al massimo delle sue prestazioni e che, di conseguenza, necessiterebbe di una sostituzione. Quando poi la percentuale scende al di sotto dell’80%, viene mostrato l’avviso di cui ti parlavo in precedenza.

Sotto la dicitura Capacità massima prestazioni, invece, trovi indicato se la batteria è ancora in grado di offrire prestazioni ottimali o meno. Sempre in corrispondenza di tale sezione, trovi notificata anche l’eventuale attivazione delle politiche di gestione delle prestazioni di Apple, quelle di cui ti parlavo nel passo in apertura del post.

Come controllare stato batteria iPhone da PC

Ti piacerebbe poter controllare lo stato della batteria del tuo iPhone da computer? Allora ecco qualche strumento che potrebbe sicuramente fare al caso tuo.

Console (macOS)

Consolle macOS

Un sistema di cui puoi avvalerti per vedere lo stato della batteria dell’iPhone dal computer consiste nello sfruttare la Console di macOS, il tool incluso in tutti i Mac e grazie al quale è possibile visualizzare in tempo reale i messaggi di stato del sistema operativo.

Consultando le informazioni fornite in questa utility, potrai risalire ai dettagli relativi alla batteria del tuo iPhone, previo collegamento del dispositivo al computer tramite USB, a patto che quello in tuo possesso sia un iPhone 6 o versione successiva aggiornato a iOS 11.3 o versioni successive.

Per procedere avvia, dunque, lo strumento Console, facendo clic sulla sua icona (la finestra nera con le scritte gialle) che trovi nella cartella Altro del Launchpad. In alternativa, puoi avviare lo strumento tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni del Mac.

Una volta visualizzata la finestra della Console sullo schermo, digita la parola batteryhealth nella casella di ricerca collocata in alto, schiaccia il tasto Invio sulla tastiera del computer e identifica il termine BatteryHealth nella parte inferiore della finestra.

In corrispondenza della voce di cui sopra, troverai riportato un termine indicante lo stato della batteria dell’iPhone collegato al Mac. Ad esempio, la parola Good identifica una batteria in buono stato, mentre la parola Bad identifica una batteria da sostituire. La dicitura Max Capacity, invece, sta ad indicare la percentuale di energia massima che la batteria è ancora in grado di accumulare (più questa è alta, meno la batteria risulta essere deteriorata).

Coconut Battery (macOS)

Coconut Battery

Sempre agendo da macOS, puoi sfruttare Coconut Battery. Non ne hai mai sentito parlare? Non c’è problema, rimediamo subito. Si tratta di una famosa applicazione concepita in primis per vagliare lo stato di salute della batteria dei MacBook, che consente anche di scoprire le condizioni della batteria dei device mobile di casa Apple. È gratis, ma eventualmente è disponibile in una versione Plus a pagamento (costa 9,95 euro) che include alcune funzionalità extra, come la possibilità di visualizzare statistiche avanzate.

Per servirtene per il tuo scopo, visita il sito Internet del programma e fai clic sul bottone Download vx.x.x. A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ricavato e copia Coconut Battery nella cartella Applicazioni di macOS. Fai, dunque, clic destro sull’icona del software (quella con il logo del programma) e seleziona la voce Apri dal menu contestuale che compare, in modo tale da avviare l’applicazione andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo alla prima esecuzione).

Ora che visualizzi la finestra principale del programma sulla scrivania, collega il tuo iPhone al Mac usando il cavo Lightning fornito in dotazione e fai clic sul pulsante iOS Device presente in cima alla finestra, in modo da recarti nella scheda che contiene le informazioni sui cicli di carica e scarica della batteria dell’iPhone (e lo stato di salute di quest’ultima).

Quello a cui devi prestare particolare attenzione è la barra posta sotto la voce Full charge capacity, la quale mostra la quantità di energia al momento immagazzinata (in percentuale). La barra che, invece, trovi in corrispondenza della voce Design capacity indica la quantità di energia che la batteria è ancora in grado di accumulare (sempre espressa in percentuale). Più il valore è vicino al 100% più lo stato di salute della batteria è buono, quando cala al di sotto del 70% le condizioni della batteria non sono più ottimali ed è il caso di valutare una sostituzione.

Come economizzare la batteria dell’iPhone

iPhone

Ora che hai seguito le mie indicazioni su come vedere lo stato della batteria dell’iPhone, vorresti qualche “dritta” su come risparmiare sui consumi? Allora non posso far altro, se non suggerirti di mettere in pratica le indicazioni sul da farsi che ti ho dato nella mia guida incentrata in via specifica su come risparmiare la batteria dell’iPhone.

Se poi neppure in questo modo riesci a risolvere, prova a calibrare la batteria seguendo le istruzioni sul da farsi presenti nel mio tutorial dedicato, appunto, a come calibrare la batteria dell’iPhone o a richiedere la sostituzione del componente, come spiegato nelle righe che seguono.

Come sostituire la batteria dell’iPhone

Batteria iPhone

Hai verificato lo stato della batteria del tuo iPhone e ti sei reso conto che è da sostituire? Molto bene. Allora non posso far altro se non suggerirti la lettura della mia guida su come sostituire la batteria dell’iPhone.

Ti anticipo comunque che, se la procedura viene effettuata nel primo anno di garanzia e se la batteria risulta essere difettosa, la riparazione da parte di Apple è totalmente gratuita. In tutti gli altri casi, invece, occorre pagare per la sostituzione e i costi sono variabili, a seconda del modello di iPhone e a seconda del fatto che risulti attivo il servizio di copertura assicurativo AppleCare+, come indicato da Apple stessa sulla pagina dedicata disponibile sul suo sito Internet.

Da notare che vi sono circostanze particolari in cui la sostituzione della batteria, anche se superato il primo anno di garanzia, risulta essere totalmente gratuita. Di solito ciò si verifica in tutti quei casi in cui viene riconosciuta direttamente da Apple una determinata problematica, per cui gli utenti hanno diritto a un intervento di assistenza a costo zero.

Tieni presente che la sostituzione della batteria è un’operazione fattibile anche in autonomia, ma occorre una buona dose d’accortezza, mano ferma e attrezzature varie. A tutto ciò va poi sommato il fatto che tale pratica va a invalidare la garanzia eventualmente applicata al dispositivo e che la non corretta esecuzione della procedura potrebbe andare a danneggiare irrimediabilmente l’iPhone. Insomma, rappresenta una soluzione un po’ estrema che ti suggerisco di valutare molto bene prima di prenderla in considerazione.

Ti segnalo, inoltre, che se la batteria del tuo iPhone risulta essere eccessivamente deteriorata ed è il dispositivo stesso a suggerirti di rivolgerti a un centro di assistenza, puoi scoprire in che modo riuscirci leggendo la mia guida incentrata in maniera specifica su come contattare Apple.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.