Come unire file video |

0
28
Come unire file video |


Ti piacerebbe unire alcuni filmati che hai salvato sul PC incorporandoli tutti nello stesso file video? Hai scaricato da Internet uno show televisivo o un concerto suddiviso in più parti e ti piacerebbe unirlo in un file video riproducibile anche sul tuo Smart TV? Hai registrato una serie di video con il tuo smartphone e ora vorresti unirli? Nessun problema, ti spiego subito come si fa.

Tutto quello che devi fare è scaricare una delle applicazioni che sto per consigliarti e utilizzarla seguendo le indicazioni che trovi di seguito. In men che non si dica imparerai non solo come unire file video, ma potrai anche convertire i tuoi filmati in file “digeribili” da televisori, tablet, console per videogiochi e tantissimi altri dispositivi multimediali che potresti avere in casa.

Il costo delle soluzioni che sto per consigliarti? Zero euro, nella maggior parte dei casi. Inoltre, si possono utilizzare in maniera estremamente semplice e sono disponibili su vari dispositivi: non solo computer, ma anche smartphone e tablet. Insomma: non ci sono davvero scuse per non riuscire nell’impresa! Che altro dire? Rimboccati le maniche e passa subito all’azione: ci sono dei video che non aspettano altro che essere uniti e gustati tutti d’un fiato da te e i tuoi amici!

Indice

Unire file video su computer

Se vuoi unire dei file video che hai salvato sul tuo computer, questa è la sezione del tutorial più adatta a te: di seguito, infatti, trovi una serie di programmi per Windows, macOS e Linux che consentono di raggiungere lo scopo in maniera estremamente facile e veloce.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Se hai bisogno di unire file video aventi lo stesso formato e le stesse caratteristiche tecniche, quindi la stessa risoluzione, lo stesso bitrate e lo stesso tipo di audio, non puoi ricorrere a soluzione migliore di Avidemux: si tratta di un editor video gratuito ed open source che permette – tra le altre cose – di unificare i video dello stesso tipo senza codificarli nuovamente, quindi in maniera velocissima. È compatibile non solo con Windows, ma anche con macOS e Linux.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Web ufficiale e clicca sulla voce win32 [numero versione] Final Install (64 bits), FossHub, se utilizzi un PC Windows con sistema a 64 bit. Se, invece, utilizzi un PC Windows con sistema a 32 bit, clicca sulla voce win32 [numero versione] Final Install (32 bits), FossHub. Dopodiché, una volta visualizzato il sito FossHub, fai clic sulla voce Avidemux 64-bit Windows Installer oppure sulla voce Avidemux 32-bit Windows Installer, a seconda della versione di Windows che hai installato sul PC, in modo da far partire il download del programma.

Se usi un Mac, per scaricare Avidemux sul tuo computer, devi cliccare prima sulla voce [numero versione] HighSierra 64bits QT5 (dmg), FossHub e poi sulla voce Avidemux macOS – DMG presente sul sito di FossHub.

A download completato, se utilizzi un PC Windows, apri il pacchetto d’installazione del software (es. avidemux_2.7.1_win32.exe) e porta a termine il setup cliccando in sequenza sui pulsanti , Next, I Agree, Next per tre volte consecutive, Install e Finish.

Installazione Avidemux Windows

Se, invece, utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg che hai scaricato da Internet, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS e avvia il programma facendo clic destro sulla sua icona, selezionando la voce Apri dal menu che si apre e rispondendo Apri all’avviso che compare sullo schermo (operazione necessaria solo al primo avvio, per bypassare le restrizioni di macOS nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati).

Installazione Avidemux Mac

Al termine dell’installazione, avvia Avidemux, clicca sull’icona della cartellacollocata in alto a sinistra e seleziona il primo video da unire. Dopodiché recati nel menu File > Aggiungi o File > Append e seleziona i file da accodare a quello aperto in precedenza.

Assicurati quindi che nei menu a tendina Video output e Audio output ci sia selezionata l’opzione Copy, scegli il formato del video di origine (che sarà usato anche per il video di output) dal menu Contenitore output (o Output format) e recati nel menu File > Salva (o File > Save) per unire il tuo video unito. Avidemux supporta i file AVI, MP4, MKV e altri formati di video molto comuni.

Video to Video Converter (Windows)

VTV

Se hai bisogno di unire video di diverso formato e/o con una diversa risoluzione, ti consiglio vivamente di rivolgerti a Video to Video Converter. Video to Video Converter è un convertitore gratuito che include al suo interno tutte le funzioni di cui si potrebbe aver bisogno. Supporta tutti i principali formati di file video, tutti i formati di audio più diffusi e per funzionare non richiede alcuna installazione (a patto di scaricare al sua versione portatile). Tra le sue funzioni avanzate ci sono quelle per unire e dividere video, creare DVD e trasformare video in immagini.

Per scaricare Video to Video Converter sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca prima sul pulsante Download e poi sulla voce Click here to download ZIP archive. A download completato, apri l’archivio zip che contiene il programma, estraine il contenuto in una cartella qualsiasi e avvia l’eseguibile vv.exe. Scegli quindi di utilizzare l’italiano come lingua dell’interfaccia del software e clicca su OK.

A questo punto, pigia sulla freccia situata accanto al pulsante Strumenti (in alto a destra) e seleziona la voce Unisci file video dal menu che compare. Nella finestra che si apre, fai clic sul bottone Aggiungi che si trova in alto a sinistra, seleziona i video da unire e, se necessario, riordinali usando le frecce collocate in alto a destra.

Ad operazione completata, pigia su OK, scegli il formato di file in cui intendi salvare il video (es. AVI, MP4, WMV) oppure seleziona il nome di un dispositivo da una delle schede che si trovano in alto (per ottenere un video ottimizzato per un particolare device) e avvia il processo di unione/conversione del filmato cliccando prima su OK e poi su Converti (in alto).

Per far sì che il video di output abbia lo stesso livello qualitativo e la stessa risoluzione di filmati che hai scelto come input, assicurati che nella barra laterale di destra di Video to Video Converter le opzioni Qualità e Dimensioni video siano impostate su Same as source e Original.

Qualora il programma dovesse bloccarsi durante la scelta dei video da unire, prova a chiuderlo e ad avviarlo nuovamente come amministratore (facendo clic destro sulla sua icona e selezionando la voce Esegui come amministratore dal menu che compare).

ffWorks (macOS)

ffWorks

ffWorks è un’eccellente interfaccia grafica per FFmpeg, un popolarissimo software per l’elaborazione dei video gratuito ed open source che funziona solo da linea di comando (quindi privo di interfaccia grafica).

Al contrario di FFmpeg, ffWorks non è gratis, costa 20 euro ma è disponibile in una versione di prova gratuita che consente di testarne le funzionalità per un periodo di 10 giorni. E tra queste funzionalità c’è anche quella che permette di unire vari tipi di file video (anche quelli con caratteristiche tecniche differenti) tra loro.

Per scaricare la trial di ffWorks sul tuo computer, collegati al sito Internet dell’applicazione e clicca sul pulsante Try now collocato a centro pagina. A download completato, apri il pacchetto dmg che contiene il software, clicca sul pulsante Agree, trascina la sua icona nella cartella Applicazioni di macOS e avvialo, rispondendo Apri all’avviso che compare sullo schermo.

Installazione ffWorks

A questo punto, dovrebbe esserti chiesto di scaricare FFmpeg e di copiarlo nella finestra principale di iFFmpeg. Collegati dunque a questo sito Web, clicca sulla voce Download as DMG collocata sotto il pulsante verde con scritto ffmpeg-[numero versione].7z (il primo, quello sulla sinistra) e attendi che il download di FFmpeg giunga al termine.

Successivamente, apri il pacchetto dmg di FFmpeg ed estrai l’eseguibile ffmpeg sulla Scrivania. Dopodiché torna nella finestra iniziale di ffWorks, clicca sul pulsante Install FFmpeg, seleziona l’eseguibile di FFmpeg copiato poc’anzi sul desktop e premi su OK e Use Trial per completare l’operazione e accedere alla schermata principale di ffWorks.

A questo punto, non devi far altro che trascinare i video da unire nella finestra principale di ffWorks, cliccare sull’icona della graffetta situata in alto al centro e pigiare su Start. Se i filmati selezionati sono dello stesso formato (con le stesse caratteristiche tecniche) non verrà effettuata alcuna ricodifica. In caso contrario potrai scegliere in che formato di file salvare il video finale tramite il menu a tendina Merge mode (selezionando l’opzione Re-encode e togliendo la spunta da Same forma as source).

QuickTime Player (macOS)

QuickTime Player

Forse non tutti lo sanno, ma QuickTime, il player video incluso “di serie” in macOS, permette anche di unire file video in formato MP4, M4V e MOV e salvarli utilizzando vari profili di esportazione (con ricodifica).

Per unire due o più filmati con QuickTime, non devi far altro che aprire il primo, trascinare gli altri nella finestra del player e pigiare sul pulsante Fine. Dopodiché devi andare nel menu File > Esporta e selezionare uno dei formati disponibili per l’output: 1080p, 720p ecc. Più facile di così?!

Unire file video su smartphone e tablet

Hai registrato dei video con il tuo smartphone o con il tuo tablet e ora stai cercando una soluzione per unirli senza ricorrere al PC? Eccoti accontentato: di seguito, trovi alcune app che permettono di unire i video direttamente su Android e iOS senza passare per il computer. Installale e usale seguendo le indicazioni che sto per darti.

VEdit (Android)

VEdit

Se utilizzi un terminale Android, ti consiglio di provare VEdit: un editor video gratuito che permette di tagliare e unire i video in maniera semplicissima, senza aggiungere watermark al filmato di output (ha però dei banner pubblicitari all’interno, non invasivi per fortuna).

Se vuoi unire due o più video con VEdit, installa e avvia l’app, dopodiché pigia sul pulsante Video Merge e consentile di accedere alla memoria del dispositivo in uso (e/o della SD installata in esso), rispondendo Consenti all’avviso che compare sullo schermo.

A questo punto, fai un tap prolungato sul primo video da unire, fai un tap singolo sugli altri da aggiungere in coda e, a selezione ultimata, fai tap prima sul simbolo collocato in alto a destra e poi sul pulsante Merge per salvare il risultato finale.

Nel riquadro che si apre, scegli dimensioni, qualità e framerate del video da salvare (usando gli appositi menu a tendina) e premi sul pulsante Continue. Dopodiché digita il nome da assegnare al filmato, scegli la cartella in cui salvarlo (pigiando sul bottone Change) e premi su Done per completare l’opera.

Entro qualche secondo – o qualche minuto, a seconda della durata dei video di origine -, il tuo filmato unificato verrà salvato nella cartella che hai scelto. Se vuoi, puoi anche mettere l’app in secondo piano e farla funzionare in background durante il processo di salvataggio del video, pigiando sul bottone Run in background.

iMovie (iOS)

iMovie

Se utilizzi un iPhone o un iPad, puoi unire video rivolgendoti direttamente a iMovie, lo storico editor video di casa Apple incluso “di serie” in tutti i dispositivi iOS (oltre che in tutti i Mac). Qualora tu non lo trovassi, puoi scaricarlo gratuitamente dall’App Store.

Una volta avviato iMovie, per unire due o più video, seleziona la scheda Progetti che si trova in alto, pigia sul pulsante [+] e scegli di creare un nuovo filmato. Dopodiché seleziona i video da unificare, metti la spunta sulla casella che compare al centro dello schermo dopo averli selezionati e, al termine della selezione, pigia sul pulsante Crea filmato (in basso) per accedere all’editor di iMovie.

A questo punto, scegli se mantenere l’ordine dei video attuale o se modificarlo (facendo un tap prolungato sulle miniature dei video da spostare e trascinandoli nel punto desiderato della timeline). Successivamente, scegli se mantenere o meno gli effetti di transizione impostati automaticamente da iMovie tra un video e l’altro. Per rimuoverli, selezionali con il dito e poi attiva il pulsante Nessuna che compare in basso.

Per concludere, scegli se tagliare alcune scene usando la funzione Dividi di iMovie (te ne ho parlato più in dettaglio nella mia guida su come tagliare un video con iMovie) e pigia sul pulsante Fine (in alto a sinistra) per salvare il filmato.

Infine, premi l’icona della condivisione (il quadrato con la freccia che va verso l’alto) e, se vuoi salvare il tuo video nel rullino di iOS, pigia sull’icona Salva video che compare nell’ultima riga di icone.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.