Hai bisogno di rimpicciolire alcune foto da pubblicare sul tuo blog ma non vuoi affidarti a programmi troppo basilari che non permettono di controllare tutti i parametri del ridimensionamento dell’immagine? E allora perché non ti rivolgi a GIMP? Nel caso tu non lo sappia, GIMP è un software di photo editing open source che è considerato la migliore alternativa gratuita al costosissimo Photoshop. È compatibile con tutti i principali sistemi operativi desktop e, a dispetto della sua potenza, è molto semplice da usare anche per gli utenti che hanno poca o nessuna esperienza con il mondo del fotoritocco. Se non ci credi, prova a seguire questa guida su come ridimensionare un’immagine con GIMP.

Nei prossimi paragrafi, oltre a guidarti nell’installazione del programma (nel caso tu non l’abbia ancora scaricato), ti mostrerò come adoperarlo per ridimensionare immagini. Sostanzialmente è possibile fare ciò utilizzando alcuni strumenti inclusi “di serie” in GIMP che permettono di ridimensionare le proprie immagini in una manciata di clic.

Dato che ti sento già “scalpitare”, direi che possiamo mettere da parte le chiacchiere e addentrarci subito nel cuore di questo tutorial. Sei pronto per iniziare? Sì? Bene, allora mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in atto le “dritte” che ti darò. Vedrai, se farai tesoro dei miei consigli, non avrai il benché minimo problema nel ridimensionare le immagini utilizzando GIMP. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Scaricare GIMP

Prima di spiegarti come ridimensionare un’immagine con GIMP, è necessario che ti guidi nell’installazione del programma, qualora tu non abbia già provveduto a scaricarlo sul tuo computer . Ti garantisco che la procedura d’installazione non è affatto complicata da portare a termine.

Per prima cosa, collegati al sito Internet di GIMP, pigia sul pulsante rosso Download x.xx.x e poi fai clic sul bottone arancione Download GIMP x.xx.x directly situato sulla parte destra della pagina, immediatamente sotto la dicitura GIMP for Windows o GIMP for macOS, in base al sistema operativo  del tuo computer.

A scaricamento completato, apri il file d’installazione del programma e segui le istruzioni visualizzate a schermo. Se, ad esempio, stai agendo da un PC Windows, devi pigiare sui bottoni OKInstalla e Fine.

Se usi un Mac, invece, devi trascinare GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fare clic destro sull’icona del software e selezionare (per due volte di seguito) la voce Apri dal menu che si apre, in modo tale da “bypassare” le restrizioni imposte da Apple verso i programmi provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria soltanto al primo avvio di GIMP).

Se usi un Mac e non riesci a scaricare il pacchetto d’installazione di GIMP perché compare il messaggio “There is no macOS package yet, sorry. Please check back later” sotto la dicitura GIMP for macOS, evidentemente l’ultima versione di GIMP non è stata ancora resa disponibile per i computer a marchio Apple.

Con molta probabilità ciò avverrà nelle settimane a venire, per cui ti invito a controllare di tanto in tanto la pagina di download di GIMP e/o consultare la pagina con le release precedenti (se ti “accontenti” di usare una versione meno recente del software).

Se vuoi maggiori informazioni in merito a come scaricare GIMP, non esitare a leggere la guida che ti ho linkato. Sono sicuro che questa lettura ti sarà utile, soprattutto se hai riscontrato problemi durante l’installazione del software.

Ridimensionare un’immagine con GIMP

Dopo aver installato e avviato GIMP sul tuo computer, puoi finalmente iniziare a ridimensionare le immagini tramite quest’ultimo. Per procedere, apri il menu File (in alto a sinistra), fai clic sulla voce Apri… e seleziona l’immagine che vuoi importare in GIMP. In alternativa, trascina l’immagine nella finestra principale di GIMP (quella centrale).

Ad operazione completata, seleziona la voce Scala immagine… dal menu Immagine (sempre in alto) e, nella finestra che si apre, digita la nuova dimensione in pixel che vuoi far assumere alla foto. Se non vuoi che la larghezza e l’altezza dell’immagine mantengano le loro proporzioni originali, clicca sull’icona della catena collocata accanto ai campi in cui bisogna digitare la nuova risoluzione della foto.

Seleziona, poi, il tipo di Interpolazione che vuoi usare per rimpicciolire (o ingrandire) la foto tramite l’apposito menu a tendina (es. Nessuna, Lineare, Cubica, NoAura o BassAura) e pigia sul bottone Scala per salvare i cambiamenti fatti. Ti consiglio di lasciare il valore predefinito.

Se vuoi ridimensionare un’immagine con GIMP e contemporaneamente ritagliarla, eliminando la parte di foto che eccede rispetto alla risoluzione desiderata, devi recarti nel menu Immagine del programma e selezionare la voce Dimensione superficie… dal menu che si apre.

Nella finestra che compare sullo schermo, poi, digita le dimensioni di LarghezzaAltezza che vuoi far assumere all’immagine (sempre in pixel) e clicca sul pulsante Ridimensiona per salvare i cambiamenti fatti.

Cliccando sul pulsante Centra, puoi anche centrare l’immagine prima di ridimensionarla e ritagliarla (in modo che venga tagliata ai due lati), mentre utilizzando i campi X ed Y puoi impostare una posizione personalizzata nella quale effettuare il ritaglio della foto originale. Aiutati con l’anteprima visualizzata in basso per ottenere il risultato che più preferisci.

Un metodo “alternativo” per ridimensionare immagini con GIMP ha a che fare con l’uso dello strumento Scala, che è possibile richiamare direttamente dalla barra degli strumenti del programma che, per tua informazione, è collocata sulla sinistra. Per procedere, pigia sullo strumento Scala (l’icona del rettangolo con la freccia rivolta verso l’angolo in basso a destra del rettangolo) e clicca con il cursore del mouse su uno dei quadrati posti agli angoli dell’immagine.

Tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse su uno dei quadrati in questione, muovi il cursore in base a come desideri ridimensionare l’immagine. Se vuoi mantenerne le proporzioni, ricordati di tenere premuto il tasto Shift sulla tastiera mentre effettui quest’operazione. Volendo, puoi anche agire dal riquadro Scala comparso sulla sinistra (modificando, dunque, i campi di testo Larghezza e Altezza).

Quando avrai raggiunto il risultato desiderato, pigia sul bottone Scala per salvare le modifiche fatte. Se, invece, hai commesso degli errori, clicca sul pulsante Reimposta e rifai d’accapo il lavoro cercando di fare maggiore attenzione.

Una volta che avrai terminato di apportare le modifiche all’immagine importata in GIMP e sarai soddisfatto del lavoro fatto, salva i cambiamenti apportati. Apri, dunque, il menu File, clicca sulla voce Salva come… e seleziona la posizione e il formato in cui salvare la foto di output.

Nel caso tu voglia approfondire il funzionamento generale di GIMP, così da riuscire a utilizzare anche le altre innumerevoli funzioni di questo utilissimo programma, dai pure un’occhiata agli approfondimenti in cui spiego come usare GIMP e come modificare le foto con GIMP. Sono sicuro che anche queste letture ti saranno utili.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.