Ti ritrovi spesso a lavorare con degli archivi in formato RAR e sei stanco di dover estrarre i file da ciascun pacchetto, uno ad uno? Cerchi una soluzione gratuita per estrarre i file contenuti negli archivi RAR? Ho buone notizie per te: sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto. Pensa un po’… con questo mio tutorial di oggi desideravo per l’appunto indicarti un mucchio di utili risorse grazie alle quali poter estrarre i file RAR sul tuo PC.

Qui di seguito, infatti, trovi elencate ed esplicate tutte quelle che a mio modesto avviso rappresentano i migliori strumenti della categoria, sia per Windows che per macOS. Nella maggior parte dei casi si tratta di tool gratuiti, di facilissimo impiego e in grado di assolvere in maniera impeccabile allo scopo a cui sono preposti.

Se poi hai bisogno di intervenire sugli archivi compressi RAR da mobile, sono ben lieto di comunicarti che la cosa è fattibilissima, basta utilizzare delle applicazioni ad hoc, disponibili sia per Android che per iOS. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca a lupo per ogni cosa. Are you ready?

Indice

Come estrarre i file RAR su Windows

Stai usando un PC Windows e vorresti capire quali sono le risorse che hai dalla tua per estrarre i file RAR in tal caso? Allora prova subito le soluzioni adibite allo scopo che trovi qui di seguito, sono sicuro che sapranno soddisfarti.

7-Zip

Come estrarre i file RAR

Il primo tra gli strumenti per Windows utili per estrarre i file RAR che ti invito a prendere in considerazione è 7-Zip. Si tratta di un rinomato programma a costo zero, di natura open source e specifico per sistemi operativi Windows che consente di estrarre tutti i più diffusi formati di archivi compressi, RAR compreso, ovviamente. Permette altresì di intervenire sui file protetti da password e su quelli multi-volume e di generare nuovi archivi compressi in vari formati.

Per scaricare 7-Zip sul tuo PC, visita il sito Internet del programma e pigia sul collegamento Download posto nella parte in alto della pagina, in corrispondenza della versione di Windows in uso sul tuo PC (64 bit oppure 32 bit). Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, pigia, in sequenza, sui bottoni Si, Install e Close.

Successivamente, fai clic destro sul file RAR che vuoi estrarre e seleziona, dal menu contestuale che si apre, le voci 7-Zip > Apri. Clicca poi sul bottone Estrai nella finestra che compare sullo schermo, indica la posizione sul tuo computer in cui vuoi salvare i file estratti e pigia sul bottone OK. Se il file RAR è protetto da password, dovrai prima digitare quest’ultima per proseguire.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi estrarre i tuoi file RAR facendoci clic destro sopra, selezionando la voce 7-Zip dal menu contestuale che si apre e scegliendo, in base a quelle che sono le tue preferenze ed esigenze, una delle seguenti opzioni: Estrai qui (per estrarre i file nella posizione corrente) oppure Estrai i files (per specificare una posizione esatta su Windows in cui estrarre i file).

Se hai bisogno di estrarre solo alcuni degli elementi contenuti nel file RAR, fa’ così: fai clic destro sull’archivio compresso, seleziona le voci 7-Zip > Apri dal menu contestuale, trascina i file di tuo interesse fuori dalla finestra visualizzata e rilasciali nella posizione che preferisci.

Per concludere, ti segnalo che se vuoi impostare 7-Zip come gestore di archivi compressi predefinito di Windows, puoi leggere la mia guida su come cambiare programma predefinito per capire come fare.

UnRarIt

Come estrarre i file RAR

UnRarIt è un altro ottimo programma a costo zero per Windows che permette di estrarre il contenuto di più file RAR contemporaneamente. Funziona tramite un semplice drag-and-drop e supporta anche gli archivi protetti da password.

Per usarlo, il primo passo che devi compiere è collegarti al sito Internet del programma e cliccare sulla voce UnRarIt.msi per scaricare il software sul tuo PC. A download completato, apri il file .msi appena ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, metti il segno di spunta accanto alla voce I Agree. Dopodiché clicca sul pulsante Next per tre volte consecutive e, per concludere, sui bottoni  e Close.

Avvia poi il programma tramite la sua icona che è stata aggiunta nel menu Start di Windows e trascina il file RAR che desideri estrarre nella finestra del software comparsa sul desktop. A questo punto, seleziona la cartella di destinazione in cui estrarre i file contenuti negli archivi cliccando sul pulsante […] collocato in basso a destra e fai clic sul bottone Extract files per avviare il processo d’estrazione.

Puoi anche estrapolare file da archivi RAR protetti da password. In questo caso, devi trascinare gli archivi (come ti ho indicato poc’anzi) nella finestra principale di UnRarIt e cliccare con il pulsante Add password (in basso) per digitare la password necessaria ad aprire il file RAR protetto.

Ripeti quindi l’operazione per tutte le password necessarie ad aprire gli archivi importati in UnRarIt e clicca sul pulsante Extract Files per avviare il processo di estrazione dei file. Il programma provvederà automaticamente ad associare le password giuste agli archivi giusti.

Anche nel caso di UnRarIt, ti segnalo che puoi impostare il programma come predefinito per la gestione degli archivi compressi. Per scoprire come riuscirci, fa’ riferimento alla mia guida sull’argomento che ti ho segnalato nel passo precedente.

Come estrarre i file RAR su macOS

E su macOS? Quali sono gli strumenti che possono essere usati per estrarre i file RAR? Quelli che seconde faresti bene a mettere alla prova li trovi indicati qui sotto. Spero siano in grado di soddisfarti.

The Unarchiver

Come estrarre i file RAR

La prima tra le risorse utili per decomprimere i file nel formato RAR su Mac che ti suggerisco di provare è The Unarchiver. Si tratta di un’ottima e apprezzata applicazione adibita allo scopo in questione, totalmente gratuita e facilissima da usare. Supporta i file RAR standard, quelli suddivisi in più volumi e quelli protetti da password. È altresì in grado di aprire i file ZIP, 7Z e tanti altri formati di archivi compressi e il contenuto dei file immagine ISO e BIN e dei file eseguibili per Windows (EXE).

Per scaricare l’applicazione sul tuo Mac, visita la relativa sezione del Mac App Store Online, fai clic sul pulsante Vedi in Mac App Store e, nella finestra “vera e propria” del Mac App Store che si apre sulla scrivania, clicca sul pulsante Ottieni/Installa. Se necessario, autorizza il download digitando la password del tuo account Apple oppure tramite Touch ID (se hai un Mac dotato di tale componente).

A procedura di installazione ultimata, The Unarchiver dovrebbe impostarsi in automatico come applicazione predefinita per la gestione degli archivi compressi. Di conseguenza, facendo doppio clic su qualsiasi file in formato RAR verrà automaticamente estratto il contenuto nella cartella corrente. Se il file RAR che vuoi aprire è protetto da password, tieni però presente che dovrai prima digitare quest’ultima.

Se poi vuoi intervenire sulle opzioni dell’applicazione per, ad esempio, definire la posizione in cui salvare i file dopo averli estratti, quale azione intraprendere nei confronti del file compresso dopo l’estrazione ecc., richiama la finestra principale di The Unarchiver facendo clic sulla relativa icona annessa al Launchpad (oppure tramite Spotlight, Siri o la cartella Applicazioni) e intervieni sulle varie impostazioni disponibili su schermo.

Se The Unarchiver non si imposta in automatico com programma predefinito per la gestione degli archivi compressi in formato RAR, puoi riuscirci leggendo le istruzioni su da farsi che ti ho fornito nel mio tutorial sull’argomento che ti ho segnalato nel passo a inizio guida relativo a Windows.

Keka

Come estrarre i file RAR

In alternativa alla soluzione summenzionata, ti consiglio di valutare l’uso di Keka. Si tratta di un programma gratuito che permette di estrarre i file RAR oltre che quelli in formato 7Z, ZMA, ZIP, TAR, GZIP, BZIP2, ISO, EXE, CAB, PAX e ACE. Consente altresì di creare nuovi archivi compressi in formato 7z, ZIP, TAR, GZIP, BZP2, DMG e ISO ed è facilissimo da usare. Da notare che eventualmente è disponibile in una variante a pagamento (costa 3,49 euro) acquistabile dal Mac App Store per supportare e premiare il lavoro degli sviluppatori.

Per scaricare Keka sul tuo Mac, vista il sito Internet del programma e pigia sul bottone Scarica vx.x.xx. Completato lo scaricamento, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di Keka nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, in modo tale da da aprire il programma andando ad aggirare le limitazioni che Apple impone verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra di Keka sulla scrivania, trascinaci sopra il file RAR da estrarre, in corrispondenza della voce Rilascia qui per estrarre, e attendi che la procedura di estrazione venga avviata e portata a termine. Il contenuto dell’archivio verrà salvato nella medesima posizione del file RAR d’origine. Da notare che se il file RAR che vuoi estrarre è protetto da password, dovrai prima digitare quest’ultima per proseguire.

Se lo ritieni necessario, ti segnalo che puoi anche intervenire sulle impostazioni relative al funzionamento del programma richiamando il menu Keka > Preferenze (in alto a sinistra) e regolando poi le opzioni e i menu disponibili secondo esigenza.

Se, invece, desideri impostare Keka come programma predefinito per i file RAR su macOS, segui le istruzioni sul da farsi che ti ho fornito nella mia guida dedicata all’argomento che ti ho segnalato nel passo su Windows a inizio articolo.

Come estrarre i file RAR online

Non puoi o non vuoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe capire se esiste qualche risorsa online per estrarre i file RAR? La risposta è affermativa. Tra i vari strumenti disponibili su piazza, ti consiglio di provare Archive Extractor. Funziona da qualsiasi browser e sistema operativo, è gratis e non richiede registrazione. File RAR a parte, permette di intervenire anche sugli archivi ZIP, 7Z, ZIPX e molti altri ancora. Supporta anche gli archivi protetti da password e quelli multi-volume.

Per servirtene, visita la home page del servizio, clicca sul bottone Scegli file dal computer situato al centro e seleziona il file RAR da estrarre presente sul tuo computer. In alternativa, trascina l’archivio compresso direttamente nella finestra del browser. Se poi il file su cui vuoi andare ad agire si trova online oppure su Google Drive o su Dropbox, puoi prelevarlo drittamente da lì, cliccando prima sul relativo collegamento.

Completata la procedura di upload, aspetta che l’archivio compresso venga estratto (se il file RAR è protetto da password dovrai digitare quest’ultima prima di poter procedere) e che ti venga mostrata la lista dei file presenti al suo interno. In seguito, potrai scaricare gli elementi di tuo interesse semplicemente facendo clic sul loro nome. Salvo diversamente specificato nelle informazioni del navigatore, i file estratti saranno salvati nella cartella Download del computer.

App per estrarre i file RAR

App per telefono

Come ti dicevo a inizio articolo, puoi estrarre i file RAR anche in mobilità, direttamente dallo schermo dello smartphone o del tablet, usando delle app apposite per Android e iOS. Se la cosa ti interessa, prova subito le risorse adibite allo scopo che trovi segnalate qui sotto.

  • AndroZip di AVG (Android) – applicazione gratuita mediante la quale è possibile estrarre i file in formato RAR, ZIP, TAR, GZIP e BZIP2 sui dispositivi Android. Si tratta in realtà di un file manager, per cui non solo consente di estrarre tale tipologia di documenti ma anche di gestire i file sul dispositivo in generale.
  • RAR (Android) – app a costo zero che consente di creare archivi in formato RAR e ZIP e grazie alla quale è possibile scompattare archivi RAR, ZIP, TAR, GZ, BZ2, XZ, 7z, ISO e ARJ. Consente anche di riparare gli archivi danneggiati e supporta quelli multi-volume.
  • Documents by Readdle (iOS) – rinomato gestore di file per dispositivi iOS che consente anche di aprire gli archivi compressi in formato RAR (ma non solo) su iPhone e iPad. L’app è gratuita ed è facilissima da usare.
  • iZip (iOS) – applicazione specifica per dispositivi iOS che permette di aprire i file RAR e ZIP. È semplicissima da usare e dispone di un’interfaccia utente altamente comprensibile. È gratis, ma permette di intervenire su file aventi un peso massimo di 5 MB. Per aggirare tale limitazione occorre passare alla variante a pagamento (cosa 6,99 euro).



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.