Ti hanno assegnato un progetto molto importante al lavoro che consiste nel realizzare una pagina Web che rappresenti una sorta di vetrina virtuale per la tua azienda. A tal proposito, ti servirebbe impiegare uno strumento di facile utilizzo che consenta di creare una pagina Web gratis su Google. Sei a conoscenza del fatto che esistano alcuni strumenti realizzati dall’azienda di Mountain View utili per farlo ma, al momento, sei un po’ arrugginito con la tecnologia e non ricordi bene quali siano e come utilizzarli. Vorresti quindi il mio aiuto per risolvere questa situazione.

Come dici? Le cose stanno esattamente così? Non preoccuparti, eccomi qui pronto a darti una mano. Per la realizzazione di una pagina Web puoi avvalerti dello strumento di site builing Google Sites, che permette facilmente di dare vita a pagine da pubblicare su Internet, oppure la piattaforma di creazione di blog, Blogger, altrettanto semplice e immediata da utilizzare. Questi sono i servizi gratuiti messi a disposizione da Google, ma ve ne sono anche altri altrettanto validi, realizzati da altre aziende. Quali? Continua a leggere questa guida per saperne di più al riguardo.

Scommetto che ora che hai compreso quali sono gli argomenti di cui andrò a parlarti nel corso di questo tutorial sei impaziente di saperne di più, vero? D’accordo, allora che ne dici di prenderti qualche minuto di tempo libero? Mettiti seduto bello comodo davanti al computer e segui attentamente le indicazioni che sto per fornirti. Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro.

Indice

Google Sites

Il primo strumento di cui puoi avvalerti per creare una pagina Web gratis su Google è il servizio Google Sites che è realizzato dallo stesso Google. Si tratta di una piattaforma gratuita di facile utilizzo dedicata alla creazione di pagine Web che può essere impiegata da tutti coloro che possiedono un account Google.

Per iniziare, collegati alla pagina Web Google Sites tramite il link fornito ed effettua il login con i dati del tuo account Google, inserendo l’indirizzo email e password negli appositi campi di testo e premendo su Avanti.

Una volta visualizzata la schermata principale premi sul pulsante (+) situato nell’angolo in basso a destra, dopodiché digita il nome che vuoi dare alla pagina Web da creare nel campo di testo Titolo della pagina.

Puoi anche modificare alcune opzioni relative alla formattazione, utilizzando le icone visibili in sovrimpressione, come per esempio quella denominata Titolo che permette di modificare la grandezza del testo inserito. Utilizza, invece, l’icona della graffetta, se vuoi aggiungere un collegamento ipertestuale, oppure fai riferimento al pulsante che serve per regolare l’allineamento.

Inoltre, premi sul pulsante Cambia l’immagine, in corrispondenza dell’intestazione, per importare un’immagine di sfondo personalizzata. Se vuoi modificarne il layout, invece, fai clic sulla voce Tipo di intestazione. Per modificare il footer premi sul pulsante Aggiungi pié di pagina.

Altre opzioni sono quelli presenti nella barra laterale di destra, all’interno delle schede Immetti, Pagine e Temi che servono per aggiungere, per esempio, una casella di testo o per modificare il tema della pagina, attraverso la modifica dei colori o dei caratteri.

Utilizzando la scheda Immetti hai inoltre la possibilità di modificare il layout della pagina Web e aggiungere anche degli elementi accessori, come per esempio il Calendario, i Pulsanti, la Mappa o le Presentazioni.

Google Sites si integra con i servizi Google Foto e Google Drive permettendo facilmente di inserire immagini provenienti da questi ultimi. Per farlo, premi sul pulsante Google Drive che trovi in corrispondenza della scheda Immetti.

Tutte le modifiche apportate nel sito creato con Google Sites vengono applicate in tempo reale; qualora volessi annullarne una, premi sull’icona della freccia verso sinistra che è situata nella barra in alto.

Se lo desideri, puoi anche creare più pagine: per farlo premi sul pulsante (+) che trovi in corrispondenza della scheda Pagine. Infine, prima di pubblicare la pagina Web creata tramite il tasto Pubblica, utilizza l’icona dell’occhiolino per vedere un’anteprima della stessa.

Dopo aver premuto sul tasto Pubblica, inserisci nel campo di testo Indirizzo Web il nome di dominio che vuoi dare alla pagina creata e premi poi sul pulsante Pubblica che ti viene mostrato. Il sito Web creato sarà visibile all’URL https://sites.google.com/view/[nomescelto].

In caso di dubbi o problemi relativi all’utilizzo di Google Sites, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata a questa piattaforma.

Blogger

Se il tuo intento è quello di creare una pagina Web gratuita, intesa come uno spazio su Internet nel quale dare vita a un blog, ti consiglio di prendere in considerazione l’utilizzo della piattaforma Blogger che è messa a disposizione gratuitamente sempre da Google.

Per utilizzarla, collegati al suo sito Internet ufficiale e premi sul pulsante Crea il tuo blog che trovi al centro, dopodiché effettua l’accesso con i dati del tuo account Google.

Come creare un blog gratis su Google

Fatto ciò, conferma il tuo profilo, digitando il nome che intendi utilizzare per lo stesso nel campo di testo Nome visualizzato e poi fai clic sulla voce Procedi con la registrazione a Blogger. Adesso premi sul pulsante Crea un nuovo Blog e, nella schermata che ti viene mostrata, digita il titolo che vuoi dare al blog, utilizzando l’apposito campo di testo.

Scegli anche l’indirizzo da assegnare per ottenere così un dominio di terzo livello .blogspot.com. Per proseguire, scegli il tema da dare al blog, facendo clic su uno di quelli che ti vengono mostrati e poi premi sul pulsante Crea il blog.

Completata anche quest’ultima operazione puoi iniziare a creare contenuti oltre che a personalizzare le pagine e l’estetica del tuo blog. Per farlo premi innanzitutto sul pulsante Nuovo post e utilizza l’editor integrato per scrivere i contenuti da pubblicare.

L’editor di Blogger presenta strumenti molto simili a quelli di un tradizionale editor di testo in quanto permette, per esempio, di inserire il titolo e il testo dell’articolo e, inoltre, tramite la barra degli strumenti, puoi formattare il testo e inserire elementi multimediali.

Prima di pubblicare un post premi sul pulsante Anteprima dopodiché, se sei soddisfatto del risultato, fai clic su Pubblica.

Per quanto riguarda, invece, la personalizzazione del blog fai riferimento alla scheda Layout che puoi trovare nella schermata principale dello stesso. Tramite questa sezione puoi modificare, per esempio, l’icona preferita del blog e aggiungere elementi strutturali, in corrispondenza di alcune sezioni dello stesso (barra laterale, search, intestazione, iscrizione, corpo della pagina e piè di pagina).

Per farlo ti basta premere sul pulsante Aggiungi Gadget, in corrispondenza della sezione di tuo interesse e poi fai clic sul pulsante (+), in corrispondenza del gadget da aggiungere, come per esempio il riquadro che mostra le statistiche, il modulo di contatto oppure le informazioni relative al tuo profilo. Per confermare le modifiche premi sul pulsante Salva disposizione che è situato in alto a destra.

Altri strumenti di cui puoi avvalerti sono visibili facendo clic sulla voce Pagine che permette di creare nuove pagine. il pulsante Commenti, invece, serve per moderare quest’ultimi. Per la modifica estetica fai anche riferimento alla voce Tema e, una volta scelto un nuovo tema, premi sul pulsante Applica al tuo blog.

Una tra le caratteristiche di Blogger è la sua integrazione con la piattaforma Adsense la quale permette di guadagnare con il blog creato e gli articoli pubblicati, attraverso l’inserimento di banner pubblicitari.

Per attivare la pubblicità di Google Adsense sul tuo blog fai clic sulla scheda Profitti e segui le istruzioni a schermo che ti verranno mostrate se soddisferai i requisiti di questa piattaforma (te ne ho parlato nel dettaglio nella mia guida dedicata all’argomento).

Inoltre, in caso di dubbi o problemi relativi all’utilizzo di Blogger, ti consiglio di leggere questa mia guida in cui te ne parlo.

Altre piattaforme per creare una pagina Web gratis su Google

Per creare pagine Web gratuite esistono tantissimi altri strumenti che, anche se non sono realizzati dallo stesso Google, sono altrettanto validi e di facile utilizzo.

Per esempio, una tra le piattaforme più conosciute per la creazione di siti Web è WordPress.com, servizio che mette a disposizione uno spazio di archiviazione da 3G con un dominio di terzo livello (nomescelto.wordpress.com). Questo strumento offre l’utilizzo del noto CMS WordPress e dà anche la possibilità di sottoscrivere piani in abbonamento (prezzi a partire da 4€/mese con fatturazione annuale), dedicati a chi desidera inserire banner pubblicitari all’interno del sito realizzato e vuole ottenere un dominio personalizzato di secondo livello (nomescelto.com). Te ho parlato più nel dettaglio in questo mio tutorial.

Un altro valido servizio è quello offerto da Altervista.org che, invece, mette a disposizione gratuitamente uno spazio di archiviazione e traffico illimitato con un dominio di terzo livello (nomescelto.altervista.org). La sottoscrizione del facoltativo piano in abbonamento (19 € + IVA/anno) serve per ottenere un dominio di secondo livello (www.miodominio.it).

Questi servizi, ma anche gli altri di cui ti ho parlato nella mia guida dedicata alla creazione di siti Web gratis, come per esempio Wix, risultano particolarmente utili per la loro facilità d’utilizzo. Puoi quindi impiegarli per creare una pagina Web gratuita su Google ma, ti ricordo, che per fare in modo che il sito creato appaia all’interno dell’omonimo motore di ricerca, è necessario attuare delle strategie per la sua corretta indicizzazione, comunemente chiamate Tecniche SEO. Te ne ho parlato più nel dettaglio in questa mia guida.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.