Diversi anni fa, hai acquistato un televisore di fascia alta per il tuo salotto o per la tua zona relax, così da poter beneficiare della massima qualità in termini di colori e di contrasto con la migliore tecnologia disponibile all’epoca. Il TV acquistato fa ancora adesso la sua ottima figura, con colori stupendi e audio coinvolgente, ma, con il passare degli anni, ti sei reso conto che la mancanza di qualsiasi tipo di connessione a Internet ne limita fortemente l’utilizzo: per esempio, ti riesce impossibile gustarti un film in streaming o seguire la tua squadra del cuore tramite l’abbonamento basato su Internet di cui sei attualmente titolare.

Se, nonostante la qualità del televisore sia tutt’altro che deludente, stai pesando di sostituirlo per far spazio a un nuovo Smart TV per bypassare le succitate limitazioni, allora credo proprio di avere ciò che fa per te: in questa guida, infatti, posso insegnarti a collegare la TV al WiFi anche se l’apparecchio che possiedi non è nativamente compatibile con la connessione a Internet, con una spesa decisamente inferiore rispetto a quella che dovresti affrontare per acquistare un nuovo televisore “intelligente”. Inoltre, nell’ultima parte di questa guida, avrò cura di spiegarti come effettuare la stessa operazione anche sugli Smart TV di nuova generazione, nel caso in cui decidessi invece di “capitolare” e acquistare un nuovo televisore.

Dunque, senza attendere oltre, ritaglia qualche minuto di tempo libero per te e leggi attentamente tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, terminata la lettura di questa guida, avrai acquisito le competenze necessarie per riuscire a risolvere brillantemente il tuo problema. Detto ciò, non mi resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buona visione!

Indice

Come collegare la TV al WiFi di casa

Come collegare la TV al WiFi

Innanzitutto, per connettere il vecchio televisore a Internet devi controllare che, nella parte posteriore o laterale dello stesso, sia presente una porta HDMI libera. Grazie a questa porta, potrai infatti collegare diversi tipi di dispositivi al TV, aggiungendo ad esso funzionalità multimediali, senza dover necessariamente spendere una fortuna.

Come dici? Hai il timore che l’apparecchio multimediale possa rovinare il televisore o di non essere più in grado di tornare ai canali “classici” del digitale terrestre? Non temere, poiché tutti i dispositivi che ti consiglierò possono essere rimossi in qualsiasi momento dalla porta HDMI e, per tornare a vedere i canali del digitale terrestre, di solito è sufficiente pigiare l’apposito tasto del telecomando (denominato Source su un gran numero di modelli).

Chromecast

Il primo dispositivo di cui intendo parlarti, a tal proposito, è il Chromecast: si tratta di un piccolo adattatore HDMI progettato da Google per interfacciarsi con svariate app e dispositivi, tra cui smartphone o tablet Android, iPhone/iPad, browser Google Chrome e app di streaming come Netflix, Spotify, Now TV e Plex e tante altre. Le app compatibili sono numerose e, in generale, tutto ciò che è compatibile con il protocollo Cast di Google (cioè il protocollo su cui si basa lo scambio di dati tra app e Chromecast), può essere riprodotto sul tuo televisore. Attualmente, il Chromecast è disponibile in due differenti modelli: di seguito te ne elenco le caratteristiche.

  • Chromecast: il modello “di base” e più economico. Supporta il FullHD 1080p e tutti i formati audio e video utilizzati per la riproduzione dei contenuti multimediali su Internet.
  • Chromecast Ultra: il modello più avanzato, che supporta la risoluzione 4K UHD e permette di visionare i contenuti multimediali distribuiti con questa risoluzione.

Puoi compiere la tua scelta in base a molti fattori: se intendi tenere ancora qualche altro anno il televisore e vuoi risparmiare, puoi puntare sul modello base, visto che il vecchio TV difficilmente potrebbe superare la risoluzione FullHD 1080p. Se, invece, pensi che a breve ci sarà spazio per un nuovo televisore e vuoi tenerti pronto a guardare i contenuti in risoluzione 4K UHD, puoi tranquillamente acquistare il Chromecast Ultra fin da ora e collegarlo al vecchio televisore, poiché il “dongle” funzionerà senza problemi anche a risoluzioni minori.

Collegare la TV al WiFi tramite Chromecast è semplicissimo: connetti il dispositivo a una delle porte HDMI libere e all’alimentazione elettrica (o a una delle porte USB del televisore, se stai usando il modello base di Chromecast), scarica l’app Google Home per dispositivi Android e iOS e, dopo aver collegato il Chromecast, accendi il televisore e impostalo sulla giusta sorgente HDMI; una volta avviato il dispositivo, apri l’app Google Home e, per iniziare, fai tap sulla voce Dispositivi, seleziona il nuovo Chromecast dalla lista e pigia sui pulsanti Configura e Continua.

A questo punto, controlla che il codice del Chromecast visualizzato sullo schermo del televisore sia lo stesso che compare sull’app e indica un nome con cui riconoscerlo in rete. Ora, premi nuovamente sul pulsante Continua, scegli la rete Wi-Fi a cui collegare il Chromecast (e quindi il TV), inserisci, quando richiesto, la password d’accesso alla rete (o importala direttamente dal dispositivo che stai utilizzando utilizzando l’apposita funzionalità) e, infine, fai tap ancora una volta su Continua per terminare la configurazione.

Se cerchi maggiori dettagli su come effettuare la procedura di configurazione e su come utilizzare il Chromecast, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona Chromecast.

Amazon Fire TV Stick

L’Amazon Fire TV Stick è la chiavetta HDMI venduta da Amazon, pensata per chi vuole cerca un dispositivo semplice da utilizzare, discreto e con il supporto a numerose app native. Rispetto al Chromecast, infatti, l’Amazon Fire TV Stick possiede di un gran numero di applicazioni pre-installate (tra cui Amazon Prime Video, Netflix e altre), in più è dotato di uno store interno che permette di scaricarne molte altre; tra queste, sono disponibili anche giochi e app per intrattenimento, musica, produttività e molte altre categorie. Il suo sistema è basato su Android, quindi le applicazioni disponibili sono davvero tantissime (sia tramite lo store ufficiale che adoperando i pacchetti APK).

Connettere alla rete questo dispositivo è semplicissimo: per prima cosa, collega la chiavetta a una porta HDMI libera sul televisore e all’alimentazione elettrica, imposta su quest’ultimo la corretta sorgente video e, una volta avviato il sistema dello stick, premi il tasto Play/Pause (quello centrale nella fila inferiore) sul telecomando a corredo, scegli la lingua dalla schermata che si apre e, successivamente, indica la rete Wi-Fi a cui collegare il dispositivo (e di riflesso il televisore), inserendo la password di rete tramite tastiera a schermo.

Il Fire TV Stick di Amazon è il prodotto che fa al caso tuo e desideri imparare a utilizzarlo al meglio? Allora ti invito a leggere la mia guida specifica sull’argomento, in cui ti ho spiegato per filo e per segno il suo funzionamento.

Fire TV Stick | Basic Edition

Amazon.it: 59,99 € 39,99 €Vedi offerta su Amazon

TV Box Android

Un’altra tipologia di dispositivo adatto a collegare il televisore “non Smart” alla rete senza fili è il TV Box Android. Il TV Box è a tutti gli effetti un piccolo computer con sistema operativo Android, quindi dotato di supporto a tutte le app del robottino verde e, nella maggior parte dei casi, a Google Play.

Questo dispositivo, tra le altre cose, dispone di modulo Wi-Fi o di presa Ethernet per l’accesso a Internet e, in alcuni modelli, sono inoltre disponibili connessioni hardware aggiuntive come USB o microSD. Ovviamente, esistono centinaia di TV Box Android, ognuno con caratteristiche uniche e prezzi per tutte le tasche: alcuni modelli presentano l’ultima versione del sistema operativo Android, altri supportano la risoluzione 4K UHD e altri ancora effettuano la decodifica dei filmati video tramite accelerazione hardware (utile per aumentare la fluidità della riproduzione).

Tra tutte le caratteristiche disponibili, bisogna prestare particolare attenzione alla presenza (o meno) della Certificazione Ufficiale Google, che permette ai TV Box di riprodurre (alla massima qualità) anche i contenuti criptati trasmessi dalle app come Netflix, NOW TV, Premium Play e Mediaset Infinity; senza tale certificazione (difficile da ottenere), è possibile riprodurre i contenuti criptati a bassa qualità (come su Netflix) o, nel peggiore dei casi, risulta impossibile accedervi, rendendo, dunque, la spesa completamente inutile. Dunque, prima di acquistare qualsiasi TV Box, valuta bene questo aspetto in base all’utilizzo che intendi farne; se hai bisogno di una mano in tal senso, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida ai migliori TV Box.

Per collegare il televisore al WiFi tramite il TV Box, è sufficiente effettuare la configurazione iniziale, seguendo le istruzioni visualizzate a schermo: a un certo punto, il dispositivo dovrebbe chiederti la rete Wi-Fi a cui collegarsi. Se, invece, hai saltato questo passaggio nella fase di configurazione iniziale, puoi sempre effettuare il collegamento wireless accedendo all’apposito menu di configurazione, esattamente come faresti per qualsiasi altro dispositivo Android: seleziona con il telecomando l’app Impostazioni, apri il menu Wireless e reti (o Wi-Fi), attiva la connessione senza fili (nel caso fosse disattivata), scegli la rete a cui vuoi collegare il televisore e, selezionando i caratteri e/o i numeri con il telecomando, digita la password di rete.

Se l’argomento è di tuo interesse, puoi approfondirlo ulteriormente dando un’occhiata al mio articolo dedicato al funzionamento di un TV Box Android.

Apple TV

Se possiedi numerosi dispositivi Apple (iPhone, iPad, Mac e così via) e avresti il desiderio di proiettare i contenuti sul televisore, sfruttando la tua connessione Wi-Fi, ti consiglio di puntare sull’Apple TV. Questo TV Box targato Apple permette di collegare a Internet i televisori non Smart, di scaricare app direttamente da App Store, di inviare al TV i flussi video provenienti dalle app multimediali di iPhone, iPad e Mac, di inviare al televisore i video riprodotti tramite il browser e, infine, di trasmettere lo schermo intero dei dispositivi portatili iPhone e iPad (tramite l’apposito tasto AirPlay nel centro di controllo).

Apple TV è disponibile in due versioni leggermente differenti tra loro: di seguito ti fornisco una rapida descrizione di ognuna.

  • Apple TV di 4ª generazione – questo dispositivo supporta la risoluzione massima di 1080p e dispone di memoria interna da 32 GB. È acquistabile dal sito Internet di Apple, da Amazon e dai principali store di elettronica.

Apple TV (Quarta Generazione) 32GB

Amazon.it: 159,00 €Vedi offerta su Amazon

  • Apple TV 4K – esteriormente uguale al modello precedente, dispone però di un processore più potente e supporta la risoluzione 4K HDR. È acquistabile dal sito di Apple, da Amazon e dai principali store di elettronica in due tagli differenti di memoria: 32 e 64 GB.

Apple TV 4K (32GB)

Amazon.it: 198,99 €Vedi offerta su Amazon

Per collegare la TV al WiFi tramite Apple TV, è sufficiente seguire pochi e semplici passi: una volta connesso il box Apple al televisore e all’alimentazione elettrica, accendi il dispositivo e associalo al telecomando (puoi farlo premendo i tasti Menu e +), imposta la lingua e il Paese di residenza, quindi scegli se effettuare la configurazione della rete tramite condivisione da iPhone/iPad o se procedere con le impostazioni manuali.

Nel primo caso, avvicina l’iPhone o l’iPad all’Apple TV per inviare le informazioni sulla rete Wi-Fi da utilizzare per il collegamento (inclusa la password) e le credenziali d’accesso all’ID Apple; nel secondo caso, invece, individua la sezione relativa alle Reti Wi-Fi utilizzando il telecomando e, quando richiesto, indica la password di rete e concludi la configurazione specificando il tuo ID Apple. Se hai bisogno di una mano per questa procedura, puoi consultare la mia guida su come funziona Apple TV.

NOW TV Smart Stick

Tra i tanti dispositivi che puoi utilizzare per collegare la TV al WiFi, merita menzione anche il NOW TV Smart Stick. Questa chiavetta si collega alla porta HDMI del televisore e a una porta USB o alla presa elettrica per l’alimentazione e permette di accedere ai contenuti offerti dalla piattaforma di NOW TV, offerta da Sky (con cui condivide buona parte del catalogo film e alcuni dei migliori canali satellitari, visualizzabili in streaming).

Oltre all’accesso ai contenuti di NOW TV, puoi usare il NOW TV Smart Stick per utilizzare anche altre app video, come YouTube, Vimeo e Vevo. La chiavetta, inoltre, permette di riprodurre i contenuti multimediali condivisi in LAN e di proiettare sul televisore i contenuti visualizzati nell’app di NOW TV per smartphone e tablet. Se pensi che questa chiavetta sia la soluzione ideale per il tuo vecchio televisore e intendi approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona NOW TV Smart Stick.

Now Tv Smart Chiavetta TV per Sport, Partite, Tornei e Gare in Real T…

Amazon.it: 29,99 €Vedi offerta su Amazon

Come collegare lo Smart TV al Wi-Fi

Hai acquistato uno Smart TV di ultima generazione e vuoi scoprire come collegarlo alla rete Wi-Fi di casa? Allora ti trovi proprio nel posto giusto. In linea generale, ciò che devi fare è premere sul tasto Impostazioni del telecomando del TV (oppure accedere ai menu interni tramite l’apposito tasto funzione), per poi recarti nella sezione Rete o Impostazioni di rete, selezionare la dicitura Wi-Fi, Wireless o Connessione senza fili, scegliere la rete a cui desideri connetterti e, quando richiesto, digitare la relativa password.

Purtroppo non mi è possibile fornirti istruzioni specifiche per tutti i modelli di Smart TV in commercio, tuttavia i passaggi da compiere sono quasi sempre gli stessi e principalmente simili l’uno all’altro: se hai bisogno di ulteriori indicazioni in merito, ti consiglio di dare un’occhiata al manuale d’uso del tuo televisore (che puoi agevolmente recuperare anche su Google, digitando la frase manuale d’uso [marca e modello Smart TV].

Ad ogni modo, se disponi di uno Smart TV targato LG o Philips, puoi utilizzare i passaggi seguenti per collegare il televisore alla tua rete senza fili.

Come collegare la TV Philips al WiFi

Per quanto riguarda gli Smart TV Philips, la modalità di collegamento alla rete dipende dal sistema operativo installato sull’apparecchio: Android TV o il sistema proprietario. Di seguito ti indico entrambe le procedure.

  • Android TV – premi il pulsante Impostazioni sul telecomando, poi portati nel menu Tutte le Impostazioni > Wireless e reti e pigia la freccia verso destra sul telecomando per accedere alla sezione riservata alle connessioni di rete. A questo punto, premi sulle voci Wi-Fi e Connetti a rete, attendi che la connessione venga vista dal sistema e, quando ciò accade, selezionala usando il telecomando e digita la password d’accesso.
  • Sistema proprietario Philips – schiaccia il tasto Impostazioni del telecomando, portati nel menu Config > Connetti a rete > Connetti usando le frecce direzionali e il tasto OK e, nella finestra di scelta del tipo di connessione, scegli la voce Wireless. Fatto ciò, attendi qualche secondo per portare a termine la scansione delle reti Wi-Fi disponibili, seleziona la rete di tuo interesse tra quelle disponibili e, aiutandoti con i tasti numerici del telecomando o con la tastiera a schermo, indica la password d’accesso e conferma il tutto premendo sul pulsante OK.

Per approfondire il discorso sulle modalità di collegamento a Internet e di download delle app per i televisori Philips, ti consiglio di leggere la mia guida su come scaricare app su Smart TV Philips.

Come collegare la TV LG al WiFi

Se hai a disposizione uno Smart TV LG dotato di sistema operativo WebOS, procedi come segue: per prima cosa, accendi il televisore e premi il tasto , o il tasto Menu, annesso al telecomando a corredo. In alternativa, puoi anche premere il pulsante con il simbolo delle funzionalità Smart (sugli LG è una casetta), così a far comparire un menu in sovrimpressione da cui selezionare il menu Impostazioni.

A questo punto, seleziona la voce (⋮) Tutte le impostazioni dalla serie di icone residenti nella parte destra dello schermo, individua la sezione Rete (solitamente indicata da un mappamondo) e accedivi premendo il tasto OK del telecomando. Fatto ciò, recati nella sezione Connessione Wi-Fi o Wi-Fi, attendi che la scansione delle reti venga portata a termine, seleziona quella di tuo interesse dalla lista proposta, dunque, inserisci la sua password nell’apposito campo.

Per ulteriori informazioni su quest’argomento e, in generale, sul funzionamento degli Smart TV LG, ti invito a consultare la mia guida specifica sul tema.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.