Curiosando tra i cassetti della tua scrivania, hai trovato un vecchio CD, abbandonato da chissà quando tempo, contenente file e dati di un’epoca (quella dei supporti ottici) ben lontana dalla tecnologia odierna, composta principalmente di schede di memoria, chiavette USB e dischi fissi portatili dalla super-capienza. Incuriosito dal contenuto di questo piccolo reperto “storico”, hai cercato di aprire il dischetto sul computer… ma, tra un sorriso e l’altro, ti sei reso conto di non avere la più pallida idea di come raggiungere il tuo scopo sul computer a tua disposizione, poiché appartieni a un’epoca successiva a quella dei famigerati CD e non sei poi così abituato a usarne uno.

Senza scoraggiarti e seriamente intenzionato a portare a termine la tua piccola impresa, hai dunque aperto Google alla ricerca di una guida che potesse insegnarti a gestire i “dischetti” attraverso il computer, finendo proprio su questo mio tutorial. Ebbene, hai fatto la scelta giusta, poiché credo proprio di poterti venire in aiuto: in questa guida, infatti, ti mostrerò come aprire CD su PC, così da poterne visualizzare in modo semplice e veloce il relativo contenuto. Le procedure illustrate di seguito sono valide sia per i computer dotati di sistema operativo Windows, sia per i Mac. Infine, sarà mia spiegarti come procedere qualora il lettore CD collegato al computer risultasse “bloccato”, così da poterti comodamente districare dalle situazioni più gravi ed evitare il rischio di danneggiare il lettore o il CD “bloccato” al suo interno.

Dunque, cos’altro aspetti a cominciare? Ritaglia qualche minuto di tempo libero per te, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, terminata la lettura, sarai perfettamente in grado di visionare il contenuto del dischetto, facendo magari un bel salto tra i ricordi dell’epoca. Detto ciò, non mi resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come aprire un CD sul PC

Come aprire CD su PC

Il primo aspetto di cui voglio occuparmi riguarda l’apertura dei CD su computer dotati di Windows e su sistemi macOS. In entrambi i casi, ti mostrerò come comportarti sia nella gestione dei CD audio (cioè quelli che contengono tracce musicali in formato non compresso e che possono essere letti anche dagli autoradio meno recenti), sia nella gestione dei CD dati (cioè quelli in cui sono memorizzati file e cartelle, esattamente come fossero piccoli dischi esterni).

Prima di continuare, devi però accertarti che sul tuo computer o notebook sia installato un lettore CD (cosa non affatto scontata, poiché sui più moderni dispositivi il lettore ottico risulta assente): su un computer fisso, il lettore dovrebbe essere posizionato nella parte frontale dello stesso, nascosto in alcuni casi da uno sportellino di protezione e ben riconoscibile dalla presenza del pulsante per estrarre il carrello. Spesso, il lettore CD è inoltre identificato dalla dicitura CD o DVD e dalle etichette relative alle capacità di lettura/masterizzazione (ROM, RAM, RW e così via).

Per quanto riguarda, invece, i computer portatili, il lettore ottico dovrebbe essere posizionato su una delle scocche laterali, ed è riconoscibile dalla presenza di un piccolo pulsante in rilievo (da premere per aprire il carrello) e dalle indicazioni riguardo il tipo di dispositivo supportato e all’eventuale capacità di masterizzazione.

È bene precisare che su alcuni portatili, il lettore ottico potrebbe non presentare il pulsante di apertura: in tal caso, è sufficiente esercitare sullo sportello una leggera pressione verso l’interno per attivare l’apertura a “scatto”. Altri computer, invece, potrebbero disporre di una semplice “fessura” predisposta all’inserimento dei CD/DVD/Blu Ray, riconoscibile sia per dimensioni che per le diciture collocate in sua corrispondenza.

Come dici? Il computer a tua disposizione non è dotato di lettore ottico, oppure quello già presente è talmente vecchio da aver smesso completamente di funzionare? In tal caso, la soluzione più rapida è quella di puntare su un masterizzatore esterno, collegabile alle porte USB presenti nel computer e in grado di leggere e masterizzare tutti i tipi di dischi più comuni (CD, DVD e, su alcuni modelli, anche Blu Ray).

A tal proposito, ti consiglio di leggere la mia guida all’acquisto ai masterizzatori esterni, in cui ti ho fornito tutte le informazioni necessarie sulle caratteristiche di tali dispositivi, sui migliori modelli disponibili in commercio e sulle modalità di collegamento al computer. Fidati, ne vale davvero la pena!

Windows

Ora che sei certo di avere un lettore CD funzionante, è arrivato il momento di passare all’azione e di capire come aprire CD su PC dotati sistema operativo Windows.

Dopo aver acceso il computer, identifica lo sportellino del lettore/masterizzatore, pigia il tasto per estrarre il carrello e poggia delicatamente il CD sulla parte scorrevole (che dovrebbe essere posizionata all’esterno), avendo cura di orientare la parte “disegnata” del CD (quella contenente l’etichetta, il nome del produttore o qualsiasi altra informazione) verso l’alto; se disponi di un lettore con apertura laterale, devi far sì che l’etichetta sia rivolta in direzione opposta al carrello. Segui le medesime istruzioni anche per quanto riguarda i lettori ottici non dotati di carrello ma di fessura d’inserimento.

Una volta inserito correttamente il disco nel lettore, attendi che Windows lo riconosca e procedi in modo differente, a seconda della tipologia di supporto (CD audio o CD dati) che ti ritrovi a gestire.

CD audio

Se il disco in tuo possesso è un CD audio, dopo averlo inserito nel computer, dovresti veder comparire una notifica in basso a destra (su Windows 10), sulla quale devi cliccare per visualizzare la finestra di AutoPlay contenente le opzioni di apertura del disco (la scelta si ripercuoterà anche sui successivi dischi dello stesso tipo che verranno collegati). Se, invece, stai usando una versione precedente di Windows, dovresti visualizzare la summenzionata finestra direttamente al centro dello schermo.

Ad ogni modo, tutto ciò che devi fare è selezionare il programma che intendi utilizzare per ascoltare la musica memorizzata sullo stesso (ad es. Windows Media Player) dalla schermata di AutoPlay, cliccare sul pulsante OK e attendere la riproduzione dei brani abbia inizio. Su Windows 7 e Windows 8.1, puoi evitare la memorizzazione del programma predefinito togliendo il segno di spunta dalla casella Esegui sempre questa operazione per CD audio: in tal modo, la finestra di scelta verrà mostrata nuovamente al successivo inserimento di un CD audio.

Nota: se lo desideri, puoi modificare manualmente le opzioni di riproduzione automatica. apri il menu Start cliccando sull’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo, richiama il pannello di controllo (digitando, se necessario, il nome del programma nella barra di ricerca) e recati nelle sezioni Hardware e suoni > Cambia impostazioni predefinite per supporti e dispositivi. Utilizza i menu a tendina annessi alla nuova finestra visualizzata per scegliere l’operazione da compiere all’inserimento di un CD audio.

AutoPlay (cioè la funzionalità di lettura “automatica” del disco) non è attivo sul computer da te in uso, dunque non riesci a visualizzare nessuna delle finestre di cui abbiamo parlato poc’anzi? Nessun problema, puoi comunque accedere al contenuto del CD audio tramite Esplora File/Esplora Risorse.

Come? Semplicissimo: fai doppio clic sull’icona Questo PC/Computer residente sul desktop, identifica l’icona relativa al CD audio inserito (ad es. Unità CD RW (E:) Audio CD) e fai clic destro sulla stessa. A questo punto, puoi visualizzare la finestra di scelta vista in precedenza cliccando sulla voce Apri AutoPlay… collocata nel menu proposto, oppure avviare direttamente la riproduzione dei brani tramite il tuo programma preferito, selezionando l’apposita voce di riferimento (ad es. Riproduci con Windows Media Player).

In alternativa, puoi scegliere di attivare nuovamente AutoPlay seguendo le istruzioni che ti fornirò più avanti in questa guida.

CD dati

Se non hai a che fare con un CD audio ma hai necessità di gestire un CD dati, le cose cambiano leggermente: una volta inserito il supporto nel lettore, attendi la comparsa del fumetto di notifica inserimento (su Windows 10) e clicca sullo stesso per visualizzare la finestra di AutoPlay (adatta per scegliere le opzioni di riproduzione “automatica” dei contenuti). Su Windows 8.1 e Windows 7, non devi effettuare questo passaggio, in quanto la schermata di scelta compare in automatico.

Ad ogni modo, tra le opzioni disponibili, scegli la voce Apri cartella per visualizzare i file e pigia sul pulsante OK per poter aprire il contenuto del disco all’interno di Esplora File, così da poter navigare al suo interno esattamente come faresti con una “comune” cartella.

Qualora non riuscissi a visualizzare la finestra di AutoPlay poiché la funzionalità è disattivata, puoi comunque accedere al contenuto del disco tramite Esplora File/Esplora Risorse: fai doppio clic sull’icona Questo PC/Computer collocata sul Desktop, identifica il CD dati tra le opzioni disponibili, fai clic destro sullo stesso e seleziona la voce Apri/Espandi dal menu contestuale proposto.

Nota: qualora il disco dovesse lanciare una procedura automatica in fase di inserimento (ad es. un programma di installazione) ma tu fossi interessato al suo contenuto e non a seguire le istruzioni proposte, chiudi senza esitare il programma automatico e segui le istruzioni mostrate poc’anzi per visionare i file salvati sul disco tramite Esplora File/Esplora Risorse.

Se desideri attivare AutoPlay e visualizzare la schermata di scelta operazione, puoi recarti in Pannello di controllo > Hardware e suoni > Cambia impostazioni predefinite per supporti e dispositivi, apporre il segno di spunta accanto alla voce Utilizza AutoPlay per tutti i supporti e tutti i dispositivi e confermare la tua scelta premendo sul bottone Salva, collocato in fondo alla finestra.

macOS

Quasi tutti i modelli più recenti di Mac sono sprovvisti di masterizzatore: dunque, se è tua intenzione aprire CD su PC con macOS, dovrai procurartene uno esterno (avendo cura di verificare la compatibilità con le porte USB Type-C), seguendo le dritte che ti ho fornito nella sezione introduttiva di questo tutorial.

Una volta ottenuto tale dispositivo, collegalo al Mac tramite la porta USB Type-C, quindi avvia il sistema operativo e attendi che il lettore venga correttamente riconosciuto da macOS e, dunque, dal Finder. A questo punto, non devi far altro che inserire il disco all’interno del masterizzatore e seguire le successive istruzioni per gestire correttamente i CD audio o i CD dati.

CD audio

Se hai inserito un CD audio, il modo più semplice di riprodurlo è utilizzando iTunes, il lettore multimediale incluso “di serie” in macOS. Se opportunamente configurato, quest’ultimo dovrebbe avviare in automatico la riproduzione dei brani, una volta che il disco viene correttamente conosciuto dal sistema.

In caso contrario, avvia il programma pigiando sull’icona a forma di nota musicale annessa alla barra Dock e pigia sull’icona a forma di “dischetto” collocata nella parte superiore sinistra del programma.

A questo punto, dovrebbe comparire una finestra che ti chiede se importare o meno tutti i brani del CD nel computer (convertendoli in formato AAC e salvandoli sull’hard disk): una volta effettuata la tua scelta (puoi ignorare l’operazione pigiando sul pulsante No), puoi avviare immediatamente la riproduzione del disco cliccando sul pulsante Play collocato nella parte alta della finestra di iTunes, oppure riprodurre selettivamente una o più tracce, scegliendole dalla sezione centrale del programma.

Per approfondire il discorso sulla copia dei CD audio tramite iTunes su Mac, ti consiglio di leggere la mia guida su come copiare CD audio, nella quale ti ho spiegato per filo e per segno i passaggi da effettuare per poter copiare correttamente i brani da un CD audio alla memoria del Mac.

CD dati

Se il disco in tuo possesso è un CD dati, è sufficiente inserire il CD nel lettore e attendere che il Finder lo riconosca automaticamente: quando ciò avviene, dovresti veder comparire sul desktop un’icona a forma di “dischetto”. Per esplorare i contenuti del CD, devi semplicemente fare doppio clic su tale icona e attendere l’apertura del Finder.

In alternativa, puoi accedere ai contenuti del disco aprendo il Finder direttamente dalla barra Dock (l’icona a forma di volto sorridente) e cliccare sulla voce relativa al CD dati, collocata all’interno della sezione Posizioni, a sua volta annessa alla parte sinistra della finestra che si apre a schermo.

Nota: in genere, l’attivazione di un CD/DVD in macOS è completamente automatica. Qualora non dovessi riuscire a leggere il disco, verifica il verso d’inserimento nel lettore, pulisci la superficie a contatto con il carrello utilizzando un panno morbido e asciutto (così da non provocare graffi) e reinserisci il disco nel lettore. Se neppure questa soluzione dovesse sortire il risultato sperato, prova a inserire un CD diverso: qualora quest’ultimo fosse correttamente riconosciuto, è molto probabile che il dischetto originale sia irrimediabilmente danneggiato. In caso contrario, puoi provare a reimpostare i parametri del lettore CD resettando la NVRAM/PRAM, così come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato.

Come aprire un lettore CD bloccato

Il lettore o il masterizzatore del tuo PC non si apre più, quindi ti è impossibile inserire qualsiasi CD o estrarre un disco già inserito in precedenza? In questo caso, puoi intervenire direttamente sul lettore per tentare di trarti d’impaccio, senza danneggiare il disco o la periferica.

La prima cosa che devi fare, dunque, è riavviare il computer e premere nuovamente il pulsante di apertura prima ancora che il sistema operativo venga avviato: qualora il “blocco” fosse da ricondursi ai continui tentativi d’accesso al contenuto del disco (che, probabilmente, sarebbe danneggiato o illeggibile), il carrello dovrebbe aprirsi immediatamente. Se, invece, questa procedura non dovesse sortire effetto, devi provvedere all’apertura manuale dello stesso, tramite l’apposito dispositivo di sblocco.

Per farlo, armati innanzitutto di un oggetto sottile e appuntito (come un ago, una graffetta “aperta” oppure uno stuzzicadenti), osserva attentamente il lettore CD collegato al computer e cerca il piccolo foro per l’apertura manuale, solitamente collocato nei pressi del pulsante di apertura del carrello.

Quando lo hai trovato, inserisci l’oggetto appuntito nel forellino e spingilo delicatamente, così da far scattare il sistema manuale di rilascio del carrello: in questo modo, puoi estrarre tranquillamente il disco precedentemente bloccato al suo interno.

Nota: su alcuni vecchi lettori per computer desktop, il foro di apertura manuale del carrello è collocato nella parte laterale degli stessi. Per raggiungerlo, devi smontare uno dei pannelli laterali del case (solitamente quello opposto al sostegno per la scheda madre).

Se il CD contenuto nel lettore dovesse sembrare illeggibile o provocare un nuovo blocco del carrello, ti consiglio di dare un’occhiata alla mia guida su come aprire CD danneggiati, in cui ho raccolto tutti i metodi e i programmi per tentare il recupero dei file custoditi su CD e su DVD masterizzati male, illeggibili o graffiati.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.